Opzioni Binarie

Opzioni binarie

Opzioni binarie

Cosa sono le opzioni binarie

Quando si parla di opzioni binarie si fa riferimento a prodotti finanziari derivati che vengono impiegati per speculare sui mercati finanziari dagli investitori, chiamati trader. Il concetto di speculazione è ben diverso da quello che viene immaginato di solito: non ha niente a che fare con attività illecite o comunque poco chiare, ma consiste semplicemente nell’ottenere un guadagno sulla discesa o sulla salita dei prezzi di un asset, come per esempio una materia prima, un indice, una valuta, un’obbligazione o un’azione, a prescindere dal valore dell’asset stesso.

Le opzioni binarie negli ultimi anni hanno conosciuto un notevole successo, frutto – tra l’altro – dalla semplicità che le caratterizza: il grande pubblico in tempi recenti si è aperto sempre di più ai mercati, e così i guadagni che in passato erano destinati unicamente agli addetti ai lavori oggi sono potenzialmente alla portata di tutti. Entrando più nel dettaglio, le opzioni binarie vengono considerate degli strumenti finanziari derivati in quanto sono caratterizzate da un valore che – appunto – deriva da uno strumento finanziario diverso, il quale rappresenta il cosiddetto asset sottostante. Le opzioni binarie sono sempre contraddistinte da una scadenza, che può essere scelta dagli stessi trader: ecco perché si parla di opzioni binarie 24 ore, di opzioni binarie 30 minuti, di opzioni binarie 5 minuti, perfino di opzioni binarie 60 secondi, e così via.

Le opzioni binarie si distinguono in opzioni binarie Call e in opzioni binarie Put: le prime, identificate anche come opzioni binarie di acquisto, permettono di guadagnare nel momento in cui il valore dell’asset che si è selezionato aumenta entro la scadenza decisa, a prescindere dall’entità dell’incremento; le seconde, identificate anche come opzioni binarie di vendita, permettono di guadagnare nel momento in cui il valore dell’asset che si è selezionato diminuisce entro la scadenza decisa, a prescindere dall’entità dell’incremento.

Potrebbe essere legittimo chiedersi, a questo punto, che tipo di guadagni possono essere ottenuti con le opzioni binarie. Ebbene, non è possibile dare una risposta univoca, in quanto l’entità dei guadagni dipende, oltre che dall’investimento iniziale, dalle scadenze delle opzioni binarie e dagli asset a cui si fa riferimento. In linea di massima, comunque, si può parlare di guadagni compresi tra il 75% e l’85% delle somme investite. Appare evidente, pertanto, che nel giro di breve tempo si può disporre di un ritorno economico decisamente consistente.

A proposito di soldi, in genere le soglie di investimento da non superare sono molto alte, nell’ordine dei 10mila euro: ciò non vuol dire che su un conto di trading sia possibile depositare al massimo 10mila euro, ma solo che questa cifra è quella che può essere investita in una singola operazione. Non ci sono limiti, invece, per ciò che concerne i depositi sul conto. D’altro canto, per le singole operazioni non c’è solo un capitale massimo, ma c’è anche una soglia minima sotto la quale non si può scendere: insomma, per poter comprare un’opzione binaria è necessario spendere almeno una determinata cifra, che a seconda dei casi è compresa tra i 5 e i 25 euro.

Come investire nelle opzioni binarie

Come si investe nelle opzioni binarie? La prima cosa da fare è iscriversi a una piattaforma di investimento, cioè registrarsi e aprire un account presso un broker. I broker sono gli “intermediari” che consentono di eseguire gli investimenti mettendo a disposizione tutti gli strumenti finanziari necessari per farlo, in tempo reale. Le piattaforme di trading non sono altro che siti Internet: ciò vuol dire che non serve scaricare software di alcun genere sul proprio computer per usarle. Tutto ciò che bisogna fare, una volta che ci si è registrati, è loggarsi con il proprio username e la propria password.

Non costa nulla adoperare le piattaforme di trading, che sono gratuite in tutti i servizi che offrono, che si tratti di comprare un’opzione binarie, di prendere visione del materiale informativo, di chiedere un report dei propri investimenti, di depositare del denaro, di ricevere assistenza, di prelevare dei soldi o di conoscere più da vicino le informazioni relative al trading. Attenzione, però, perché sul web a volte si trovano broker non in regola, o che comunque non offrono l’affidabilità necessaria per operazioni di questo genere. Per avere la certezza di non rimanere vittime di truffe o comunque di non incappare in imprevisti, è opportuno verificare che il broker a cui ci si rivolge sia in possesso di una regolare licenza europea. Inoltre, è bene accertarsi dell’iscrizione alla CySec, vale a dire l’organo di controllo che l’Unione Europea ha designato allo scopo di regolamentare i diversi broker. La sede della CySec è a Cipro: l’isola è anche la sede della maggior parte dei broker.

Prima di investire nelle opzioni binarie, ad ogni modo, è fondamentale conoscerle nel dettaglio. Per esempio: cosa vuol dire, in concreto, acquistare un’opzione binaria? Si tratta, per prima cosa, di identificare l’asset sottostante: può essere una coppia di valute, nel caso del forex, ma anche un’azione, o più semplicemente una materia prima, come per esempio il petrolio o l’oro. Dopodiché, bisogna stabilire quale somma si vuole investire: 30 euro o 4mila euro, dipende tutto dalla propria situazione e, ovviamente, dalla propria esperienza. A questo punto occorre selezionare la scadenza dell’opzione binaria: ci sono opzioni binarie che “durano” appena un minuto (le cosiddette opzioni 60 secondi) e quelle che possono arrivare fino a un mese. Infine, non resta altro da fare che “puntare”, ipotizzando – cioè – se il prezzo diminuirà o aumenterà.

Questa, in realtà, è l’opzione binaria classica, oltre che la più semplice, che prende il nome di top down. Poi ci sono le opzioni binarie interval, che invece richiedono di prevedere quale sarà l’intervallo di prezzo nel quale alla scadenza l’opzione si troverà. Infine, ecco le opzioni binarie touch, che impongono di ipotizzare se l’asset assumerà un determinato valore, anche se solo per un momento. Le interval e le touch, come si può intuire, sono opzioni binarie più impegnative rispetto alle top down, e quindi consigliabili unicamente a trader esperti e molto competenti che hanno una conoscenza approfondita dei mercati e del settore in cui si trovano a operare.

Le Opzioni Binarie esistono ormai da vari anni. Ciò nonostante, gli investitori privati hanno avuto la possibilità di fare trading soltanto da quando il Chicago Board Options Exchange le ha aggiunte alla loro lista di prodotti nel 2008.

Da allora la fama delle opzioni binarie è davvero decollata e oggi ci sono innumerevoli broker di opzioni binarie con i quali puoi fare trading di commodity, titoli, indici e coppie di valute, usando le opzioni binarie.

Come fare trading di opzioni binarie ?

Nella schermata in basso puoi vedere una tipica opzione binaria Hi/Low sulla coppia di valute EUR/USD.

La prima cosa che devi fare è decidere la direzione nella quale pensi che il valore dell’asset si sposterà. Se pensi che l’EUR si rafforzerà rispetto al USD, seleziona Up. Se credi il contrario, seleziona Down. Nel trade nell’esempio selezioniamo Up.

Dopodiché devi selezionare il tempo di scadenza della tua opzione binaria. Nel nostro esempio di trade abbiamo selezionato un tempo di scadenza di 5 minuti.

Tutto ciò che rimane da fare è scegliere quanto vuoi investire nell’opzione binaria e poi aspettare l’esito del tuo trade.

Se scegli la direzione giusta riceverai il rendimento specificato al momento della selezione del trade specifico. Nel nostro esempio il rendimento è del 80%.

Trading di Opzioni Binarie con diversi tempi di scadenza

Qualunque broker di opzioni binarie di alta qualità ti permetterà di fare trading di opzioni binarie con una gamma di tempi di scadenza. Le opzioni binarie possono durare dai 60 secondi fino ai 180 giorni, a seconda del broker di opzioni binarie con il quale decidi di fare trading.

Trading di diversi tipi di opzioni binarie

Ci sono diversi tipi di opzioni binarie con i quali si può fare trading. Il tipo di opzione binaria più comunemente utilizzato per il trading è l’opzione Hi/Low, che abbiamo usato nel nostro esempio di trade.

  • Altri tipi includono le opzioni binarie One Touch e No Touch. In questi due casi decidi se il prezzo di un asset toccherà o meno un certo valore prima della scadenza.
  • Un tipo di opzione binaria che sta diventando molto famosa è l’opzione binaria di 60 secondi. Questa è un’opzione del tipo Hi/Low che scade in soltanto 60 secondi, creando trade davvero rapidi.

Quanti soldi puoi fare con il trading di Opzioni Binarie?

Le opzioni binarie ti permettono di generare rendimenti molto elevati in periodi di tempo molto brevi. Una percentuale di pagamento dell’80% non è inconsueta, e si può ottenere soltanto 60 secondi. Nota che i profili di pagamento delle opzioni binarie variano a seconda del broker, dell’asset e del tempo di scadenza del trade.

Di cosa hai bisogno per iniziare a fare trading di Opzioni Binarie?

Per iniziare il trading di opzioni binarie avrai bisogno dei servizi di un broker di opzioni binarie. Nonostante ci siano molti broker tra i quali scegliere raccomandiamo di fare trading soltanto presso i broker di opzioni binarie migliori e più affermati.

Quali sono le strategie che puoi usare per il trading di Opzioni Binarie?

Il trading di opzioni binarie si presta a varie strategie. Nella nostra sezione dedicata alle strategie di opzioni binarie copriamo le basi della strategia delle opzioni binarie e diamo un’occhiata ad alcune delle migliori strategie che puoi usare per il trading di opzioni binarie.

Migliori conti e broker di Opzioni binarie

Conto trading IQ OPTION

Conto trading 24 OPTION

Conto trading STOCKPAIR

Conto trading BANC DE BINARY

Conto trading BDSWISS

Conto trading TOPOPTION

Articoli inerenti al Trading di Opzioni Binarie