Guida all’Offerta Pubblica di Acquisto (OPA)

aprile 4, 2017

Un’OPA, cioè Offerta Pubblica di Acquisto, è appunto un’offerta che viene fatta sulle azioni di una società X di cui si possiede già una certa parte di capitale, finalizzata all’acquisizione del 100% della società stessa.

Cos’è un’Offerta Pubblica di Acquisto

L’OPA è quindi un’offerta che viene formulata con il tentativo di arrivare all’intero controllo della società: ecco perché un’OPA classica si configura quando una società che ha la maggioranza in un’altra società, chiede agli azionisti di minoranza di vendere le loro azioni così che la società possa acquistarle e diventare unico azionista, realizzando così il controllo totale del capitale.

Se un’offerta di questo tipo va a buon fine, la società che l’indice l’Offerta Pubblica Iniziale (cioè quella che intende acquisire le azioni di minoranza non ancora in suo possesso) diventa a tutti gli effetti la responsabile numero uno delle azioni della società target (cioè di quella per la quale si vuole che gli azionisti vendano le rispettive quote di minoranza).

Come funziona l’OPA

Nella gran parte dei casi, un processo di questo tipo inizia con l’annuncio, da parte della società che vuol fare l’affare, dell’intenzione di presentare un’Offerta Pubblica di Acquisto verso un’altra società. Di solito questa intenzione viene resa nota tramite un comunicato stampa in cui si dichiara che entrambe le parti hanno raggiunto una sorta di “accordo condizionale”: ciò significa che i negoziati tra le due parti hanno portato a un accordo condiviso, condizionale o non condizionale, per quanto riguarda l’OPA.

Il processo di offerta può però iniziare anche in altri modi. Ad esempio ci sono casi in cui si verifica un’OPA ostile: è il caso tipico di una società che, intenzionata a controllare le azioni di un’altra società, acquista, in momenti poco trafficati della giornata, una partecipazione sostanziale della società target. In questo modo la società target non fa neanche in tempo ad accorgersi di cosa stia accadendo, perché di fatto l’acquisto azionario sulle sue quote è stato effettuato in un momento inatteso (solitamente all’alba) in cui l’attenzione per ciò che accade è per forza di cose minore.

offerta pubblica acquisto